ComunitAzione: contro la povertà educativa.

logo ComunitAzione_altaCOMUNIT-AZIONE

Strategie educative
per una comunità che si prende cura di sé

Associazioni, scuole, famiglie ed enti territoriali in rete con l’obiettivo di contrastare i fenomeni della dispersione scolastica e della povertà educativa.

Il progetto, selezionato da Con i Bambini, si svolgerà fino al 2020  in sette Comuni della cintura urbana torinese: Rivoli, Moncalieri, Nichelino, La Loggia,  Collegno, Grugliasco, e Settimo Torinese.
7 città, 50 partner, 30 mesi, 21 scuole, 84 classi, 4.300 studenti, 320 insegnanti, 50 educatori. Sono questi i numeri di Comunit-Azione, inaugurato l’inizio dell’anno scolastico 2018/2019.

MENO ISTRUITI E PIÙ POVERI!
Le statistiche mostrano che l’istruzione è uno dei fattori che più influiscono sulla condizione di povertà. La povertà educativa influisce sul livello di inclusione sociale, il cui indice per l’Italia nel 2017 è peggiorato: siamo retrocessi dal 18° al 21° posto su scala mondiale, una retrocessione dovuta proprio alla diminuzione del livello di inclusione dei bambini.

“Quando un giovane abbandona la scuola va incontro a un futuro con meno garanzie e opportunità – spiegano Giulia Lanzarini e Gianclaudio Santo, referenti di CISV Solidarietà e Educazione Progetto, le cooperative capofila del partenariato – Periodi di disoccupazione più lunghi, condizioni di salute più a rischio, probabilità di essere coinvolti nella criminalità più alta. Lo studio, invece, allunga la vita e la rende più bella!”

E’ quindi essenziale l’attivazione di presidi educativi e il rafforzamento delle comunità educanti – dentro e fuori la scuola- che non sempre consapevolmente hanno ruoli e responsabilità nell’ educazione e nella cura dei minori

COSA FARE? 
Creare un ponte tra scuola e territorio attraverso l’approccio pedagogico del Service Learning che trasforma gli studenti da spettatori in protagonisti e li fa interagire con quello che c’è fuori dalla classe. Per rispondere alle esigenze di un rinnovamento didattico si utilizza un apprendimento più esperienziale  che permette un coinvolgimento attivo della comunità.

QUALI ATTIVITÀ? 

  1. Formazione di educatori e docenti per accompagnare gli studenti nel percorso di riflessione e di progettazione proposto;
  2. Laboratori di cittadinanza organizzati nelle classi per elaborare progetti concreti di miglioramento per la scuola e il territorio; 
  3. Cantieri di cittadinanza per presentare i progetti di cambiamento ai Dirigenti scolastici e all’ Amministrazione comunale per la realizzazione delle migliori proposte. Ogni scuola ha a disposizione un budget di 1.100 euro;
  4. Centri Educativi di Comunità – CEC luoghi in cui giovani maggiormente a rischio di dispersione scolastica ricevono supporto allo studio e si sperimentano in laboratori creativi ed espressivi; I CEC sono localizzati nei Centri Giovani di Rivoli, SottoSkala e #IoCentro.
  5. Formazione di giovani peer educator in Alternanza scuola-lavoro e di volontari civici che offrono il loro supporto ai ragazzi e alle ragazze nei CEC;
  6. Attivazione di reti di prossimità e solidarietà rivolte alle famiglie per favorire occasioni di incontro, di condivisione e di confronto sulla genitorialità.

CHI FINANZIA?
Il progetto è stato selezionato da Con i Bambini (www.conibambini.org) – organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD – nell’ ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, ricevendo un finanziamento di 724.416,00 €. Il Fondo nasce da un’intesa tra Fondazioni di origine bancaria rappresentate da ACRI, Forum Nazionale del Terzo Settore e Governo.

PER PARTECIPARE:
Per informazioni e iscrizioni alle azioni del progetto:
Mail: informagiovani@comune.rivoli.to.it
Tel. 0119530600

DOCUMENTAZIONE DI APPROFONDIMENTO:
Sintesi Progetto ComunitAzione: Flyer
Laboratorio Animatore Educativo
CEC – Centri Educativi di Comunità
Modulo Iscrizione CEC